Seleziona una pagina

Che cosa è un Site Builder

 Possiamo dire con certezza che una piattaforma di site building rende la costruzione di un sito web estremamente facile ed intuitiva eliminando completamente i requisiti di conoscenza base di linguaggio di mark-up quali l’ HTML ed il CSS, infatti si basano su un interfaccia WYSIWYG (What You See Is What You Get) cioè quello che vedi a schermo è esattamente quello che otterrai come risultato finale.

 

 

 

Come Funziona un Site Builder

Dopo la scelta del Tema più adatto alle nostre esigenze possiamo fin da subito cimentarci con la costruzione di varie pagine con l’inserimento dei vari moduli per esempio un testo un immagine o un video con un semplice Drag & Drop.

Quindi l’utilizzo di tali piattaforme rende estremamente facile ed economico la costruzione di una nostra pagina Web o Blog andando ad eliminare tutti i vari tecnicismi a cui bisogna  adempiere normalmente:

  • Hosting gratuito

    Il sito e tutti i contenuti che sono caricati sono conservati nei server della piattaforma;

  • Nome Dominio Gratuito

    Il dominio è il nome che avete scelto per il vostro sito e viene visualizzato come un sottodominio del hosting, quindi l’URL sarà del tipo www.miosito.sitebuilder.com

     

  • Template e Temi Gratuiti

  • Interfaccia utente facile ed intuitiva

  • Si occupa di tutta la parte inerente la sicurezza gli aggiornamenti ed il Backup

L’altra faccia della medaglia è che la gratuità e la facilità d’uso pone delle limitazioni e dei compromessi a cui bisogna sottostare a meno che non si passi a dei piani premium a pagamento:

  • Numero di pagine limitate

  • Molto spesso tali compagnie inseriscono banner pubblicitari

  • Il grado di personalizzazione delle nostre pagine è limitato

  • Spazio di Storage e velocità di connessione limitati

     

Ok ma quale Web Site Builder scegliere?

Se facciamo una rapida ricerca sul Web ci accorgeremo che di soluzioni simili ce ne sono una marea vi elenco alcune di queste piattaforme fra le più usate:

Wix                                                                           Jimdo

Squarespace                                                               WebStarts

Weebly                                                                      Flazio

Yola                                                                          Bookmark

WebNode                                                                   WebSiteBuilder

IMCreator                                                                  Webs

Site 123                                                                      SiteBuilder

Ognuna di queste piattaforme ha i sui pregi e difetti e peculiarità quindi la scelta va ritagliata a seconda delle nostre necessità, vediamo quale possono essere:

 

 1 – Qualità e numero di Web Template

Affidarsi ad una compagnia grande e consolidata ha sicuramente i suoi vantaggi, dalla loro hanno anni di esperienza alle spalle Template di qualità fra cui scegliere, aggiornamenti frequenti ed un supporto all’altezza in grado di rispondere in breve tempo, backup e restore gratuiti.

I maggiori player sono sicuramente WIX, Weebly e Squarespace.

 

2 – Funzionalità

Al di là dell’aspetto più o meno accattivante dei vary layout e Temi dobbiamo porre attenzione al cuore di tali piattaforme e cioè alle funzionalità offerte, dalle più comuni come le newsletter, Social Media Marketing, SEO, Anayitics, Forum, Chat a quelle più orientate a chi vuole fare impresa anche piccola con un E-Commerce.

Quindi se siamo orientati verso un piano gratuito dobbiamo accertarci che le funzionalità di cui abbiamo bisogno siano comprese o meno.

 

3 – Editor per dispositivi mobili

È fuori da ogni dubbio che oggi la fruizione di contenuti web avviene per la maggior parte da dispositivi mobili e fermo restando che tutti ormai sono responsive, cioè si adattano al dispositivo su cui è visualizzato il sito, Wix ha una marcia in più, infatti ha un editor per dispositivi mobile che consente per esempio di eliminare elementi che non sono ben visualizzati nella versione mobile.

 

4 – SEO

Siti Web costruiti con tali piattaforme sono già strutturate in modo da essere già SEO Friendly per esempio nella formattazione del testo e nella creazione della SiteMap, possibilità di inserire una Meta Descrizione e i Tag nelle immagini.

Alcune di esse come Wix offrono una procedura guidata al loro settaggio.

 

5 – Certificato SSL

Il Secure Socket Layer è un certificato di sicurezza che rende la trasmissione di dati fra utente ed il sito Web criptata, per intenderci il famoso lucchetto a fianco della barra degli indirizzi, se è vero che se si ha uno store online è praticamente obbligatorio in quanto vi sono dati sensibili quali il numero della carta di credito, è anche vero che Google ha deciso di penalizzare nel posizionamento i siti Sprovvisti di tale certificato rendendolo de facto quasi obbligatorio.

Squarespace, Jimdo Wix e weebly offrono tale certificato gratuitamente per tutti i piani, mentre per le altre piattaforme bisogna passare al piano premium.

 

6 – Editor HTML/CSS

Ma come non avevamo scelto di costruire il sito con i site builder per evitare di maneggiare codici strani? Si è vero ma per chi vuole smanettare alcune piattaforme offrono la possibilità di farlo in modo da permettere una maggior personalizzazione seppur in maniera sempre limitata.

Wix per esempio permette la modifica di codice HTML ma non dei fogli di stile CSS mentre altre come Jimdo e Weebly offrono la possibilità di modificare entrambi i codici HTML/CSS.

 

7 – Esportare il sito

Si potrebbe avere un giorno la necessità di trasferire il sito da tali piattaforme ad un altra, le motivazione possono essere:

  • Chiusura della piattaforma ospitante;
  • Necessità di più spazio;
  • Si vuole avere un dominio proprio;
  • Si vuole passare ad una piattaforma più flessibile;

bene qui è necessario capire che sebbene vi siano plugin che facilitano il passaggio, quasi sempre il lavoro da fare è manuale e ciò comporta tante ore di lavoro che sono direttamente proporzionali alla quantità di dati e media (video-immagini-audio) che bisogna trasferire.

 

Facciamo due conti – Costi piattaforme Web Site Builder

Bello bello tutto fighissimo e gratuito e il trucco dov’è?

Il trucco cari amici non c’è, è tutto scritto basta leggere e fare qualche ricerca.

Iniziare con un piano gratuito va benissimo, poi un giorno si ha la necessità di avere di più, un dominio proprio, più spazio di archiviazione e via quei stupidi banner pubblicitari che fastidio!!

Dai passiamo il sito su un’altra piattaforma magari WordPress, ma è un casino ed allora diamo un occhiata ai piani premium magari è più facile.

Andiamo a prendere in esame un piano intermedio sia di WIX che di Weebly che più si avvicinano ma non raggiungono alle caratteristiche di un Hosting con WordPress:

Piano Starter Weebly – 7€/mese

  • Dominio Gratuito
  • Editor Drag and Drop
  • Nessun Annuncio
  • Spazio Illimitato
  • Collega il tuo Dominio
  • Protezione SSL
  • Statistiche del sito Avanzate
  • 3% tariffa transazione Weebly
  • Massimo 10 prodotti
  • checkout su Weebly.com

WIX Unlimited – 12,42€/mese

  • Larghezza di banda illimitata
  • Spazio di archiviazione 10 Gb
  • Collegamento Dominio
  • Dominio Gratuito
  • Assistenza premium
  • Elimina Pubblicità
  • Favicon personalizzata

N.B nessuno store

Quindi se facciamo due calcoli la fee annuale di Weebly è di 84 € mentre per Wix è di 149 €.
Se invece scegliamo la via di un CMS come WordPress Joomla o Drupal il costo di mantenimento vivo di un hosting e Dominio può oscillare fra i 15 e i 50 Euro annui in base al servizio di hosting scelto.
Tenendo a mente che i piani presi in considerazione per Weebly e Wix sono medi e con ancora tante limitazioni, la differenza di prezzo è sostanziale.

Quindi il rischio è che si resti vincolato a tali piattaforme e che a lungo andare si vada a pagare ben più di quanto si avrebbe speso Scegliendo un CMS, quindi il mio consiglio è di valutare bene i pro ed i contro per effettuare la scelta giusta.

Spero che l’articolo ti sia stato di aiuto se si potresti condividerlo?

 

Pin It on Pinterest

Share This