Seleziona una pagina

Il primo passo da fare per mettere su il proprio sito Web è trovargli una casa ovvero uno spazio dove installare WordPress e da lì cominciare a costruire il proprio spazio sul Web.

Le soluzioni sono molteplici e con varie fasce di prezzo in base ai servizi offerti, pertanto non è facile districarsi e fare una scelta, quindi cerchiamo di fare chiarezza.

Hosting in Server Condivisi

Sostanzialmente il nostro sito viene installato in un server dove le risorse messe a disposizione sono condivise con altri siti Web, è la soluzione più economica e adatta a piccoli siti/blog che non hanno (per il momento) un traffico di utenti elevato parliamo di un range che và dai 10.000 visite/mese a 1.000.000 visite/mese a seconda dell’hosting e del pacchetto scelto.

Quindi i pro sono essenzialmente i costi decisamente contenuti a fronte di risorse condivise che possono creare rallentamenti se vi sono dei picchi di traffico sui siti che condividono tali risorse.

VPS Hosting

VPS sta per Virtual Private Server, è la scelta più indicata se il nostro progetto prevede un traffico considerevole come può essere quello di un e-commerce o anche un sito/blog con un elevato numero di lettori.

Vengono create all’interno del server fisico delle macchine virtuali che hanno la stessa funzionalità dei server ma che sono indipendenti uno dall’altro e a cui sono assegnate le risorse (CPU – RAM – STORAGE) che sono ad esclusivo uso del sito web installato, inoltre tali risorse sono scalabili cioè se ha bisogno di più risorse si possono incrementare in corso d’opera, pertanto a fronte di un costo più elevato si ha ha una maggiore stabilità nelle prestazioni.

Server Dedicato

Ospitare un sito Web su un server dedicato significa avere una macchina a completa disposizione del sito, è l’opzione più costosa e adatta a grossi siti che hanno un traffico elevato.

Quindi è in fase progettuale che bisogna capire che tipo di casa dobbiamo assegnare al nostro sito web, ciò non toglie il fatto che è sempre possibile traslocare per trovare una sistemazione più consona alle esigenze del sito.

Per aprire un piccolo sito vetrina o blog è sufficiente quindi uno spazio web condiviso, basta googolare un po e noterete una pletora di offerte, i più quotati e pubblicizzati in questo momento sono:

Apro una piccola parentesi perchè penso che sia giusto ed onesto che l’utente effettui una scelta avendo più informazioni possibili. Tutti i Provider che offrono servizi di Hosting offrono dei piani di affiliazioni che consentono a chi si associa di incassare delle percentuali se qualcuno acquista un loro prodotto attraverso un link posto ad esempio in un articolo di un blog.

Questa pratica oggi sul web è molto diffusa e non coinvolge solo il mondo dell’hosting ma qualsiasi cosa giri sul web, SIteGround per esempio è uno degli hosting che paga le commissioni più alte e guarda caso gli articoli che tessono le sue lodi sono tantissimi, un caso?

Non metto in dubbio le performance di SiteGround ma è anche inevitabile che tali succose percentuali guadagnate dagli affiliati poi si ripercuotano sul consumatore. Poi se si scava bene nel web si trovano anche tante opinioni negative a riguardo.

Personalmente uso da qualche anno un servizio di Hosting Italiano con cui mi trovo molto bene e che ha un ottimo rapporto qualità/prezzo TopHost.

Come tutti gli altri operatori offre tre fasce di prezzo per lo spazio hosting condiviso ed offre anche servizi in VPS per chi è più esigente, il supporto tecnico è efficiente e puntuale e per chi ha difficoltà con l’inglese sarà una buona notizia sapere che è in Italiano.

Il mio consiglio è quello di scegliere per il pacchetto TopWeb in quanto ad un prezzo ridicolo offre anche il certificato di sicurezza SSL, per intenderci quello che ti aggiunge la ‘S’ al protocollo HTTP e consente ad esempio le transazioni criptate e sicure se decidi di avere un e-commerce, inoltre la politica di Google è quella di penalizzare i siti senza protocollo di sicurezza al contrario di quelli provvisti.

Inoltre la dashboard è molto semplice ed intuitiva e l’installazione di WordPress e i vari settaggi avvengono attraverso il comodissimo cPanel.

 

Pin It on Pinterest

Share This